Elisa
conti

Re-generation

Francesca
D'Andrea

Oggi il riutilizzo creativo è diventato una necessità per salvaguardare il pianeta, e cercare quindi di ridurre l’inquinamento e il riscaldamento globale a cui ormai troppo spesso assistiamo, per questo il tema principale della collezione è proprio l’up-cycling, revisionato in chiave moderna e giocosa.

“REciclare” per “GENERARE” capi nuovi partendo da scarti di tessuto e piccole pezze inutilizzate, sperimentando nuovi accostamenti di fantasie e manipolazioni del tessuto stesso. Colori e disegni si mescolano in unico stile: streetwear chic! Ricco di freschezza ed innovazione. L’obiettivo è quello di sensibilizzare le persone a fare un passo in avanti ed eliminare il concetto di rifiuto, sottovalutato soprattutto per l’abbigliamento da bambino in quanto per la crescita necessita sempre di essere rinnovato.

Elisa Conti

 

Elisa Conti , nata il 21 agosto 1991 a Milano, dove vive tutt’ora. Nel 2015 si laurea all’Università degli studi di Milano in campo umanistico.

Dopo aver maturato diverse esperienze lavorative, ha capito di voler tornare a studiare. Nel settembre del 2022 si diploma come fashion designer presso Afol Moda a Milano. 

“Ho scelto consapevolmente la strada che mi permette di creare un dialogo tra le diverse espressioni artistiche: l’arte, la moda, il design, il tessile, la fotografia e tutto ciò che mi ispira e mi permette di esprimere al meglio la mia personalità”.

Francesca D'Andrea

Francesca D’Andrea, classe 1994, nata e cresciuta a Milano.

dopo aver intrapreso il percorso di studi superiori in fashion design, frequenta il corso collezioni ad Afol Moda, arriva ad oggi a vedere la sua prima collezione sfilare.

La mission di Francesca nella sua vita è quella di alimentare costantemente la creatività lasciandosi ispirare da tutto ciò che la circonda.

“L’esperienza della Fashion Graduate mi ha regalato tante emozioni e ha alimentato ancora di più la voglia di far parte di questo mondo.
Vedere i miei capi sfilare ha ripagato in un attimo tutto l’impegno e la costanza che ho messo negli anni per fare dei miei sogni un lavoro”.